5 consigli da seguire per migliorare la tua rassegna stampa

0
676
views

Per godere al meglio dei vantaggi offerti dalla piattaforma Press Loft eccoti 5 semplici trucchetti per migliorare la tua attività stampa, eviterai di inciampare in errori banali che molto spesso si commettono. Seguendo i nostri consigli favorirai la pubblicazione di redazionali da parte dei giornalisti!

1/ Pubblicare le immagini in still life rappresenta il 65% dell’attività del tuo ufficio stampa
Il primo consiglio è di modificare e ritagliare le immagini nel modo più giusto, ossia presentare le immagini dei prodotti in still life su un semplice sfondo bianco. È il modo più facile e immediato per presentarle alla stampa, soprattutto quella settimanale. Dalla stima effettuata sui download internazionali sulla nostra piattaforma, possiamo affermare che quasi i 2/3 della copertura stampa derivano dallo scarico di questa tipologia di immagini.

cutout_vs_lifestyle
Immagini in still life e ambientata di vasi di Luke Arthur Wells

Le immagini, chiamate in inglese anche “cut-edge” o “dee-etch images”, sono più ricercate e facilmente inseribili nei redazionali all’interno delle pagine dei giornali.
Alcuni siti offrono la possibilità di modificare le foto dei propri prodotti in questa forma d’immagini. Un esempio è www.deepetch.com

Leggi più dettagli nel nostro articolo (in inglese) : https://pressloft.wordpress.com/2014/02/05/the-importance-of-cut-out-images/

 

2/ Le riviste online invece amano le immagini ambientate
Le riviste online sono spesso alla ricerca di immagini ambientate: immagini che suscitano emozioni, anziché mostrare al meglio i singoli prodotti. Giornalisti (e blogger!) cercano spesso immagini che abbiano uno stile coerente con la stanza e che abbiano un certo “Inside-Out”, cioè una loro personalità forte, arricchita da nuance di colori o con contrasti evidenti. Dai uno sguardo a: ww.elledecoration.co.uk/homes1/dining-rooms/

1164779_l
Studio Esinam Paris Elevations dal AtNo67 Concept Store

Case accoglienti, moderne, trend attuali, devono anche apparire in qualche modo familiari. Le foto ambientate sono più facili da condividere sui social, ad esempio Pinterest o Instagram, e sono quelle quelle più indicate a ricevere commenti ed incuriosire le persone. Se devi fare uno shooting dei tuoi prodotti, fatti ispirare dal blog di Jackie Brown, stilista di interni internazionale: http://www.lukearthurwells.com/blog/

 

3/ Non parlare ai giornalisti come se stessi parlando ai clienti
Quando scrivi un comunicato stampa, non pensare che i giornalisti siano i soli che devi convincere per segnalare i tuoi prodotti nei loro articoli. Sono il tramite per fare arrivare il tuo messaggio forte e chiaro ai loro lettori! Alla fine sarà il consumatore che acquisterà il prodotto.
Quando parli del tuo brand, prova ad utilizzare la terza persona, potrebbe aiutarti e ricorda sempre che sei tu il narratore.

 

4/ Il titolo è il primo elemento che i giornalisti notano
Titoli poco chiari, troppo lunghi o troppo corti, sono un modo sbagliato per catturare l’attenzione dei giornalisti. Ricorda che le prime impressioni sono importanti e se il titolo non è accattivante, non avrai mai la possibilità di convincere i giornalisti ad aprire le tue email e leggere i tuoi comunicati stampa. Pensa a slogan incisivi, rendi il titolo accattivante a tal punto da incoraggiare i giornalisti a leggere tutto, fino alla fine, come in un libro… con il fiato sospeso.

 

5/ Dai ai giornalisti ciò che vogliono
Quando i giornalisti non hanno scadenze e urgenze, sono sopraffatti da informazioni. Aiutali a risparmiare tempo; i giornalisti ascolteranno molto più volentieri i tuoi consigli se sono rilevanti e corretti – meno sono le informazioni superflue, meglio è! Potrebbe capitare che il tuo consiglio non sia giusto, ma più le informazioni sono essenziali, più i giornalisti saranno propensi a pensare a te e a ricordare il tuo brand, la prossima volta che cercheranno delle foto da pubblicare: questa è la formula vincente!

 

Servono altri consigli? Non esitare a contattarci a info@pressloft.it

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here